Cooperative di Consumo: Criveller riconfermato al coordinamento

Cooperative di Consumo: Criveller riconfermato al coordinamento

Cooperative di Consumo: Criveller riconfermato al coordinamento

Mercoledì 16 maggio si è tenuta l'Assemblea di Federconsumo, la federazione che rappresenta le cooperative di consumo del Veneto. Marcello Criveller riconfermato.

Categorie: SETTORE CONSUMO E UTENZA

Tags: assemblee regionali

Ecco alcuni dei passaggi più significativi della relazione di Marcello Criveller.

"In breve vorrei raccontare del mandato che si chiude:

A livello regionale due battaglie, in particolare, hanno contraddistinto il mandato. Quella sul “buon governo del territorio”, come diceva il titolo di un convegno regionale di Confcommercio del 2013 rimasto lettera morta. Qui siamo nei fatti il resto è solo un bla bla, di fronte ad una deregulation totale che non porterà solo danni al territorio.  [...]

La seconda battaglia ha avuto come fronte le aperture domenicali, notturne, festive. È un tema che ha un grandissimo impatto sociale, culturale ed economico.

Sono questioni centrali per il nostro comparto per le quali abbiamo cercato, seppure forse un pò timidamente, alleanze con le altre categorie datoriali e sindacali. Dovremo continuare con maggiore determinazione ma anche con capacità di analisi e con nuovi strumenti di azione.

Personalmente ho cercato poi di rappresentare a livello nazionale le nostre istanze e sensibilità, come ho potuto ma certamente con passione e cocciutaggine. Non è facile perché la cooperazione di consumo si presenta molto differenziata e frastagliata nel Paese e la nostra Federazione fatica a fare sintesi.

[...]

Vorrei proporvi alcune direttrici per il prossimo mandato della nostra Federazione.

a)     La necessità di riorganizzare e aggregare i settori, come peraltro avvenuto utilmente in Veneto per pesca/agricoltura: la nostra direzione naturale potrebbe essere l’utenza. [...]

b)    Subito dopo viene la questione Alleanza delle Cooperative: la grande incompiuta.  [...]

c)     Il tema del governo della distribuzione commerciale nella nostra regione che ci chiederà di affinare gli strumenti di studio, la raccolta di informazioni e la capacità di tessere alleanze con altre categorie;

d)    Il tema, conseguente, della difesa e promozione delle piccole realtà di vicinato. Siamo gli unici a richiamare questo tema con energia. Ma è il tema del tessuto delle nostre comunità minori, che vengono svuotate dei servizi e valori essenziali: [...] Un cambio epocale che mina alle radici il nostro tessuto senza che la politica, di ogni colore e di ogni dove, se ne renda minimamente conto… È una tendenza che ci chiede di andare, in modo intelligente, controcorrente;

e)    Il tema delle aperture domenicali, notturne, festive. Anche qui, senza radicalismi, dobbiamo spingere la Regione verso una regolamentazione di buon senso. Se si vuole davvero si può;

f)      Il tema delle vendite on line e delle consegne a domicilio ci deve interrogare e stimolare. [...] 

g)     il tema della rivitalizzazione delle piccole realtà montane e pedemontane, per assicurare la vivibilità di chi è rimasto, di chi potrebbe tornare, insomma la “vita”. [...]

h)    il tema dei tanti nuovi servizi che potrebbero rivitalizzare le nostre piccole realtà del consumo, invece di vedere la progressiva cessione nella gestione dei punti vendita. Ad esempio assicurando i servizi di consegna medicinali, di trasporto persone in difficoltà [...]

i)      Il tema della collaborazione, dell’integrazione e della rete con gli altri settori cooperativi potrà darci notevoli opportunità. Penso alla collaborazione con il mondo del sociale che vive l’innovativa fase della Riforma del terzo settore e a quello dell’agricoltura soprattutto per quei prodotti (latte, vino, ortofrutta, carne) che possono dare distintività e varietà alla nostra offerta;

j)       Il rilancio della cooperazione di consumo in Veneto passa per il coinvolgimento e la motivazione dei soci e delle nostre comunità. I soci sono l’essenza imprescindibile delle nostre cooperative che non sono semplici market ma punti di riferimento di chi vuole sentirsi protagonista nel promuovere il benessere proprio e quello della comunità in cui vive; 

k)     Nel nostro piccolo dovremo capire di quali strumenti avremo bisogno per realizzare gli obiettivi di mandato. Sarà necessario fin da subito chiedere al comitato di presidenza di Confcooperative Veneto quali supporti reali e concreti potrà garantire.

Vado a concludere:

Devo esprimere il compiacimento per le iniziative aggregative, che non fanno perdere l’anima.  [...] L’unione fa la forza …crediamoci!"

Uniformandosi ai risultati dei lavori della commissione nazionale per la riforma delle federazioni, Federconsumo nel corso della sua Assemblea (analogamente a Federcultura Turismo e Sport e a Federazione Sanità) ha eletto il Comitato di Settore, del quale è stato nominato coordinatore Marcello Criveller.

Il consiglio di presidenza di Confcooperative Veneto, infatti, nella seduta del 18 gennaio scorso ha rilevato la mancanza di un numero di cooperative tale da sostenere i costi organizzativi di una federazione in rapporto alla contribuzione associativa delle cooperative interessate e alla sostenibilità dell'Unione Regionale.

ilCALENDARIO

«novembre 2019»
lunmarmergiovensabdom
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
2345678

iTAG