Approvata la DGR sulle Rette Standard per i Centri Diurni

Approvata la DGR sulle Rette Standard per i Centri Diurni

Approvata la DGR sulle Rette Standard per i Centri Diurni

Dopo un'iniziale slittamento è finalmente stata approvata la DGR per uniformare sul territorio regionale  i costi e i servizi dei Centri Diurni per le persone con disabilità. Un primo importante passo verso una maggiore equità e trasparenza.

Categorie: FEDERSOLIDARIETA

Tags: disabilitàrette standardcentri diurni

Giovedi 14 maggio 2015, la Giunta della regione Veneto, dopo aver avuto parere favorevole dalla Quinta Commissione, ha definitivamente approvato la DGR per le Rette Standard dei Centri Diurni per le Persone con Disabilità. 

Il percorso che ha portato all’approvazione della Delibera è stato condiviso tra l’Assessorato regionale alle Politiche Sociali, i Dirigenti di settore, le associazioni di categoria del mondo cooperativo, Confcooperative Federsolidarietà Veneto e Legacoop Veneto, e i membri del Consiglio Regionale Veneto. Un risultato importante per le persone con disabilità e per le loro famiglie (circa 6.300 in Veneto), a cui si assicurano prestazioni uniformi nei centri diurni di tutto il territorio regionale. Una decisione significativa anche per gli enti gestori, cooperative sociali e associazioni che hanno in carico questi centri.

In generale, un risultato positivo per tutti i cittadini, ai quali si assicura che le spese per il sociale siano uniformi e controllate, senza disparità e differenze in base alla provincia e all’Ulss di appartenenza.

Le cooperative sociali si dicono soddisfatte, soprattutto in quei territori che da tempo soffrivano di una disparità economica non giustificata da elementi oggettivi. Soddisfatte soprattutto le famiglie, che finalmente possono assicurare ai propri congiunti con disabilità l’uniformità di trattamento che meritano.

Questo è un esempio virtuoso di quella che chiamiamo, con i maggiori economisti italiani, Economia Civile” afferma Roberto Baldo, Presidente di Confcooperative Federsolidarietà Veneto “L’ente pubblico ha ascoltato la nostra voce, e ha realizzato un provvedimento che manterrà sostanzialmente invariata la spesa pubblica, uniformandone la distribuzione nel territorio regionale, con l’obiettivo di offrire il miglior servizio possibile alle persone con disabilità.

Da anni ripetiamo che la nostra richiesta non riguarda la quantità delle risorse economiche disponibili, che sappiamo essere quello che sono, ma la programmazione affinché queste risorse non siano sprecate e diano risposte ai cittadini. In questo caso siamo stati ascoltati ed abbiamo interloquito con la Regione in modo positivo. Riteniamo che questo sia il modello da perseguire: programmazione condivisa in tutti i settori”. 

Abbiamo fin da subito creduto e sostenuto questo percorso” sostiene l’Assessore alle Politiche Sociali della Regione Veneto, Davide Bendinelli “e siamo riusciti ad approvare la Delibera prima delle pause imposte dalla scadenza elettorale. "

L’approvazione di questo provvedimento rappresenta un motivo di grande soddisfazione perché le cooperative sociali e le associazioni lo attendevano da più di dieci anni. È il primo passo che ci consente di riportare giustizia ed equità nella distribuzione delle risorse destinate ai disabili. Il passo successivo sarà quello di estendere tale provvedimento alle comunità residenziali e semiresidenziali. Verona e il suo territorio a seguito della approvazione di questa delibera trarranno un importante sostegno economico con ricadute positive sulla  qualità dei servizi erogati e di conseguenza sulle fasce deboli interessate  da tale provvedimento.

«Il provvedimento adottato in Giunta è senz’altro un importante passo avanti verso una maggiore uniformità nella gestione dei Centri diurni per persone con disabilità» commenta Loris Cervato, responsabile del Settore sociale di Legacoop Veneto, che aggiunge: «Quando si sarà insediata la nuova Giunta, sarà però importante riprendere il lavoro avviato con la Regione Veneto – un lavoro che negli ultimi tempi è stato molto proficuo – per introdurre una serie di proposte che potranno rendere più efficienti le attività previste nella gestione dei Centri ed elevarne i livelli di qualità».



iTAG

ilCALENDARIO

«aprile 2018»
lunmarmergiovensabdom
2627282930311
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30123456