Finalmente il rinnovo della convenzione per i pescatori

Finalmente il rinnovo della convenzione per i pescatori

Finalmente il rinnovo della convenzione per i pescatori

Dopo prolungati ritardi e una partecipata manifestazione a cui hanno preso parte 600 pescatori, finalmente la Provincia rinnova la convenzione per i pescatori del Polesine.

Categorie: FEDERCOOPESCA

Tags: pescarovigopolesinespinadin

Giovedì 14 aprile oltre 600 pescatori sono partiti con i pullman dai vari punti di ritrovo del Delta e hanno raggiunto Rovigo per portare le loro preoccupazione all’attenzione della Provincia chiedendo il rinnovo della convenzione dei diritti esclusivi di pesca.

La situazione di esasperazione è arrivata a causa del continuo prorogarsi di una situazione di incertezza, in cui il presidente della Provincia tardava a rinnovare la convenzione al Consorzio Cooperative Pescatori del Polesine per l'utilizzo delle aree lagunari demaniali, dove viene praticata la molluschicoltura.  Questo ha causato notevoli problemi alle impresa che non riuscivano a programmare i propri investimenti e preoccupazione per gli operatori.

“È stata una giornata emozionante quella che abbiamo vissuto oggi – afferma Marco Spinadin, presidente di Federcoopesca – perché abbiamo vissuto sia l’ansia e l’energia che tutti queste persone che lavorano nelle cooperative consorziate avevano stamattina in corteo e poi davanti Palazzo Celio e poi la soddisfazione di vedere finalmente la luce con l’impegno che si sono assunte le rappresentanze istituzionali a firmare finalmente la convenzione.

Il corteo davanti alla Provincia di Rovigo ha manifestato con cori, cartelli, fischietti e trombe per un’ora, prima che una delegazione fosse inviata a salire nella sala Consiliare. Assieme ai pescatori a manifestare anche l’onorevole Crivellari, il consigliere Azzalin, sindaci e amministratori dei Comuni del Delta, rappresentanti dei altri settori della cooperazione che hanno voluto dare il loro sostegno solidale ai manifestanti.

“Un segno di come la questione dei diritti esclusivi di pesca sia sentita non solo dagli addetti ai lavori, ma da una comunità intera, quella del Polesine, visto che la pesca e il Consorzio Cooperative Pescatori del Polesine è un patrimonio dell’intero territorio polesano” , evidenzia Spinadin.

La delegazione è stata composta con alcuni pescatori, i presidenti delle cooperative con a capo il presidente del Consorzio Finotello, il direttore del Consorzio Gabriele Siviero, i rappresentanti dell’Alleanza delle Cooperative Italiane - il direttore nazionale di Federcoopesca Gilberto Ferrari, il presidente di Federcoopesca Veneto Marco Spinadin e il direttore di Confcooperative Rovigo Simone Brunello – ed è stata ricevuta dai vertici della Provincia, il presidente Trombini, il vicepresidente Piasentini e il consigliere con delega alla pesca e sindaco di Porto Tolle Bellan.

C’è stato un franco e a tratti duro confronto tra le parti, con momenti in cui le posizioni sembravano ancora distanti; sono stati affrontati e superati alcuni aspetti formali e constatato che da una parte un accordo con le tre cooperative dissenzienti sui punti da loro proposti non era praticabile, oltre la volontà già espressa e, dall’altra parte, non vi sono altre alternative che la riconferma dell’assegnazione dei diritti esclusivi di pesca al Consorzio Cooperative Pescatori del Polesine.

“Siamo grati alla Provincia per il senso di responsabilità che ha dimostrato oggi – conclude Spinadin – La decisione di andare a sottoscrivere la convenzione con il  Consorzio pescatori del Polesine è una buona notizia per tutta la pesca, per l’economia del Delta, per l’intero Polesine. E’ la conclusione di un percorso faticoso che ha visto il gruppo dirigente del Consorzio dare una prova di grande maturità, di grande responsabilità sempre, di pazienza quando era il momento, di forza oggi con questa bellissima manifestazione. Ora ci auguriamo che gli aspetti formali siano il più veloci possibili per arrivare alla sottoscrizione della convezione e da lì in poi iniziare a fare progettualità di sviluppo con una logica temporale che consenta a questa grande impresa di mantenere e rinsaldare la propria leadership di mercato”.

 

ilCALENDARIO

«gennaio 2018»
lunmarmergiovensabdom
25262728293031
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930311234

iTAG