Arrivederci, Carla.

Arrivederci, Carla.

Arrivederci, Carla. Ci ha lasciato ieri sera la Dott.ssa Carla Piccoli, primo Presidente di Federsolidarietà Veneto, figura storica nella promozione della cooperazione sociale veneta. Per ricordarla vogliamo condividere la toccante testimonianza della sua esperienza durante la manifestazione organizzata dalla cooperazione sociale veneta “Siamo il Sociale” del 2013. Un vero e proprio testamento che vogliamo tenere in memoria.

Categorie: Primo Piano

Tags: federsolidarietàcarla piccoli

"Mi ero chiesta nei giorni scorsi perché fossero venuti a chiedermi di essere qui dato che ho 85 anni e giro su una carrozzina. Però forse è giusto così perché agli inizio degli anni '70 avevo 200 volontari, tutti giovani, venivano dai licei, dalle magistrali e lavoravamo organizzatissimi con i bambini con problemi a fare terapia. Ho passato metà della mia vita a fare terapia ai bambini e l’altra metà a mettere in piedi cooperative perché quando i volontari si sono trovati di fronte a battaglie varie hanno avuto bisogno di una struttura entro la quale riconoscersi e qualcuno ci ha detto “perché non fate una cooperativa?"
Non avevamo nessuna idea di cosa fosse una cooperativa ma abbiamo scelto di farla ed è stato bello imparare a lavorare insieme. Da allora ho girato l’Italia a fare cooperative. A un dato momento siamo riusciti a fare le cooperative di solidarietà sociale. Dopo 10 anni di battaglie è arrivata la legge 381 che ci ha tolto la solidarietà, ma solo nel nome. Siamo rimasti solidarietà sociale, lo siamo nell’anima e lo saremo sempre.

Ci sono tra voi tanti che sono stati con me in questi anni, a cominciare dal presidente regionale che allora era ancora un ragazzino, ma non penso che il mio Veneto sarebbe quello che è ora se non ci fossimo stati noi. E questo dovrebbero ricordarselo tutti, soprattutto quelli che hanno i poteri decisionali. L’unica cosa che non voglio vedere è un cartello che ho visto prima, che diceva “Ci hanno tolto la dignità”. Questo mai.
La dignità non è fatta di soldi, la dignità è fatta di coscienza, di quello che si è e di quello che si fa e quindi nessuno ce la può togliere. Io spero che questo ve lo ricordiate sempre. Nei primi anni ’70 in Veneto c’erano 2 cooperative, la cooperativa Intervento e Il Girasole di Padova. Oggi guardate quante gente c’è, non saranno tutti cooperatori, ma quasi tutti. Vuol dire che il lavoro è stato fatto, con dignità, sempre.

Questo è il mio augurio, lavorate sempre, lavorate comunque, ai capi di questa regione giunga la capacità di capire e di scegliere. Arrivederci.” 


ilCALENDARIO

«aprile 2019»
lunmarmergiovensabdom
25262728293031
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293012345

iTAGdelleNOTIZIE