Firmato il Protocollo con la Regione Veneto per l'Alternanza Scuola Lavoro

Firmato il Protocollo con la Regione Veneto per l’Alternanza Scuola Lavoro

Firmato il Protocollo con la Regione Veneto per l’Alternanza Scuola Lavoro Circa il 30% delle cooperative venete accoglie studenti degli istituti superiori: le attività più frequenti sono nei servizi alle persone fragili.

Categorie: Primo Piano

Tags: scuolaregione

Giovedì 11 ottobre, presso l’istituto tecnico Superiore Marco Polo di Venezia, l’assessoreregionale alla scuola Elena Donazzan ha sottoscritto il Protocollo di Intesa per l’Alternanza scuola lavoro, approvato con DGR n. 1421 del 2/10/2018, insieme ai rappresentanti dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, di Unioncamere del Veneto e le Parti sociali, tra cui Confcooperative Veneto, con la presenza del presidente Ugo Campagnaro.
 
Da una ricerca effettuata su 600 cooperative venete (Trendcoop, Daniele Marini 2017), ben 182 accolgono studenti all’interno dei propri servizi, circa il 30%. Si tratta in molti casi di cooperative sociali (ma non solo) in cui i ragazzi hanno la possibilità di mettersi alla prova nell’affiancamento a educatori professionali e quindi conoscere da vicino i servizi per persone in difficoltà o soggetti fragili. Esperienze estremamente formative dal punto di vista umano e professionale. Il numero di cooperative che hanno aderito al progetto è cresciuta costantemente negli anni, arrivando a raddoppiare rispetto al 2015.
 
Il Protocollo sottoscritto prevede alcune novità rispetto a quello del 2016, con l’obiettivo di aumentare la qualità dell’alternanza, indipendentemente del numero di ore a cui una eventuale riforma modificherà l’assetto attuale:
 
  • percorsi di accompagnamento rivolti ai tutor aziendali;
  • tavoli provinciali a cui parteciperanno imprenditori, esperti e rappresentanti dei docenti per avere un maggior raccordo tra il livello regionale e quello territoriale;
  • esperienze di formazione per i docenti degli istituti secondari di secondo grado da realizzare, in via sperimentale, anche durante i mesi estivi, per favorire l’integrazione e la sinergia tra mondo della scuola e mondo del lavoro rispetto a competenze e fabbisogni e per meglio conoscere la realtà aziendale.

    “La collaborazione e contaminazione tra scuola e cooperazione è un filone in cui Confcooperative Veneto continua a credere” sottolinea il Presidente Ugo Campagnaro “ il modello cooperativo, infatti, oltre ad offrire uno dei migliori esempi di impresa privata con una base valoriale imprescindibile dalla sua ragione sociale, rappresenta anche un modello di governance che non è molto conosciuto dai più giovani, ma che può offrire opportunità interessanti di autoimprenditorialità.”

ilCALENDARIO

«novembre 2018»
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789

iTAGdelleNOTIZIE