Inclusione lavorativa: ecco come si sta muovendo il Polesine

Inclusione lavorativa: ecco come si sta muovendo il Polesine

Inclusione lavorativa: ecco come si sta muovendo il Polesine

Progetti europei e incontri con il territorio: ecco tutte le azioni che Confcooperative Rovigo sta mettendo in campo sul territorio per favorire l'inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Categorie: Dal TerritorioFEDERSOLIDARIETA

Tags: lavororovigoinclusione

“Da alcuni anni e con sempre maggiore capacità di fare rete e successo, le istituzioni del nostro territorio, a partire dai Comuni, si mettono in rete per proporre alle persone svantaggiate e ai cittadini che non hanno un lavoro e sono usciti dal mondo produttivo da tempo faticando a rientrarvi, dei progetti di reinserimento sociale.” spiega il direttore provinciale di Confcooperative, Simone Brunello, che coordina i progetti finanziati per favorire l'inclusione di soggetti svantaggiati.

Il format è ormai collaudato: i beneficiari vengono presi in carico dai servizi sociali comunali e segnalati a Confcooperative, all’Agenzia per l’Inserimento lavorativo As.ser.coop che provvede ad attivare dei percorsi mirati; a queste persone viene dato supporto con consulenza e formazione preliminare ad un’esperienza lavorativa che viene poi svolta – con un contratto di lavoro a termine o un tirocinio – presso un’azienda del territorio, in modo particolare cooperative sociali che hanno una sensibilità su questi temi, ma non solo. Al termine del percorso una parte continua a lavorare, alcuni non hanno i mezzi per rimane in un mercato del lavoro ordinario, tutti senz’altro hanno avuto il modo di “riattivarsi” per affrontare con maggior consapevolezza la ricerca attiva dell’occupazione.

Queste progettualità sono finanziate dalla Regione Veneto all’interno delle risorse POR FSE sull’Asse Inclusione Sociale, cofinanziati dai Comuni con a capofila il Consorzio di Sviluppo del Polesine e il determinante contributo della Fondazione Cassa di Risparmio del Veneto.

In queste settimane sono stati presentati i nuovi progetti per i Lavori di Pubblica Utilità, si tratta di 39 comuni coinvolti per 117 beneficiari con un budget di quasi un milione di euro dei quali più del 70% in stipendi per i lavoratori.

A seguire verranno ripresentati i tirocini di inserimento e reinserimento lavorativo che vedranno coinvolti pressoché tutti i Comuni della provincia e più di 200 persone; nel frattempo si stanno svolgendo, in partnership con diversi enti accreditati per i servizi al lavoro, i progetti DGR 2007/2017 finalizzati all’inclusione di persone iscritte alle liste del collocamento mirato coinvolgendo quasi 600 beneficiari.

Infine è in fase di conclusione il progetto Azioni Integrate di Coesione Territoriale (AICT) “Polesine Inclusivo 3.0”: “È stato un altro importantissimo esempio di rete tra Istituzioni - Comuni e Ulss - Fondazione Cariparo, tanti soggetti attivi nelle politiche attive del lavoro ed imprese, coordinati dal Consorzio capofila CCS, e concludiamo con un seminario in cui coglieremo l’occasione per fare il punto della situazione e parlare di un’importante novità legislativa”, evidenzia Brunello.

ilCALENDARIO

«settembre 2018»
lunmarmergiovensabdom
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
1234567

iTAGdelleNOTIZIE