Le 6 strade per il futuro della cooperazione sociale

Le 6 strade per il futuro della cooperazione sociale

Le 6 strade per il futuro della cooperazione sociale

Durante l'International Summit of Cooperatives, che si è tenuto a Quebec dall'11 al 13 ottobre, Giuseppe Guerini nel suo intervento ha parlato delle prospettive future della cooperazione e, in particolare, delle 6 strade che le cooperative dovrebbero imboccare.

Categorie: FEDERSOLIDARIETA

Tags: guerinibaldoiscoop16futuro

Il presidente nazionale di Federsolidarietà, Giuseppe Guerini, è intervenuto durante la terza edizione dell'International Summit of Cooperatives, con un'intervento molto interessante sulle prospettive future della cooperazione sociale: http://www.italiacooperativa.it/notizia/iscoop16-guerini-ecco-le-6-innovazioni-che-garantiranno-un-futuro-alla-cooperazione-sociale

All’interno di un contesto in continua e rapida evoluzione sociale, che presenta problematiche e bisogni sempre nuovi – primi fra tutti quelli dovuti ai flussi migratori e all’invecchiamento della popolazione – Guerini ha individuato 6 strade che le cooperative sociali dovrebbero seguire per potersi sviluppare nel nome dell’innovazione, della sostenibilità e della efficacia nelle risposte che propone.
Eccole qui elencate:
 
1. Condividere con i beneficiari dei servizi sempre maggiori responsabilità, aumentando i livelli di partecipazione e condivisione in cooperative che devono essere sempre più capaci di aggregare diversi portatori di interesse.
 
2. Promuovere collaborazioni con organizzazioni espressione delle comunità locali: volontari, associazioni, fondazioni e imprese. 
 
3. Innovare le forme di regolazione e di gestione dei contratti con le Pubbliche Amministrazioni e in particolare con le autorità locali. 

4. Ricercare fonti e risorse finanziarie differenziate per i servizi, spingendo molto sul metodo cooperativo e con una forte rivalutazione del modello mutualistico.

5. Lavorare molto sull'integrazione tra servizi sanitari e forme di assistenza sociale.

6. Introdurre nelle cooperative che fanno servizi di welfare le nuove tecnologie, perché non c'é solo l'industria 4.0 ma serve promuovere anche un welfare 4.0.
 
"La maggior parte di queste indicazioni" commenta il Presidente regionale di Federsolidarietà Roberto Baldo "le stiamo già seguendo da tempo – come hanno dimostrato anche alcuni risultati della recente Ricerca Euricse - ma si rende necessario perseguirle con maggiore tenacia, approfondirle e proseguire in questa direzione, fiduciosi che sia quella più giusta perché, citando le parole di Guerini, abbiamo la possibilità di dimostrare che le cooperative sociali hanno la capacità di conciliare la risposta al mutare delle esigenze.
Invito tutti i cooperatori e tutte le cooperatrici a prendere in considerazione ognuna di queste indicazioni, aprendo una riflessione all’interno delle vostre cooperative; noi come Federazione siamo a completa disposizione per confrontarci, discuterne e sostenervi in questo percorso."

ilCALENDARIO

«dicembre 2018»
lunmarmergiovensabdom
262728293012
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31123456

iTAGdelleNOTIZIE