Rovigo, sabato 30 gennaio in assemblea provinciale

Rovigo, sabato 30 gennaio in assemblea provinciale

Rovigo, sabato 30 gennaio in assemblea provinciale

Sabato 30 gennaio Confcooperative Rovigo rinnova le cariche sociali. "Trasparenza, libertà, autonomia e relazioni col territorio: la sfida è stata vinta"

Categorie: Dal Territorio

Tags: rovigoassemblee provincialirinnovo cariche

 

“Quattro anni fa, all’inizio del nostro mandato che ora sta volgendo a termine, ci impegnavamo a fare della nostra Associazione provinciale un’organizzazione trasparente, libera, autonoma ed in grado di relazionarsi con il territorio e all’interno del nostro sistema, attenta alle esigenze delle cooperative nelle politiche sindacali e con i servizi. Crediamo che questa sfida sia stata vinta.”

Così Carlo Stocco, presidente di Confcooperative Rovigo che presenta l’Assemblea di rinnovo delle cariche sociali che si terrà sabato mattina, 30 gennaio al Censer.

 

“L’Assemblea sarà l’occasione per confrontarci con i nostri cooperatori e con le autorità e gli ospiti presenti, sui temi della cooperazione: il Polesine è un territorio ad alta vocazione cooperativa, lo è sempre stato – continua Stocco – Le nostre cooperative sono radicate nei territori, coinvolgono nelle basi sociali i vari portatori di interessi, hanno una gestione democratica e partecipata. Più del 10% dei lavoratori in Polesine lavora in cooperative polesane, si raggiunge quasi il 20% se si considerano anche le lavorazioni svolte da cooperative fuori provincia.”

 

Confcooperative  è la principale associazione di  rappresentanza del movimento cooperativo in Italia. A Rovigo associa 90 imprese cooperative, in rappresentanza di 5.600 soci, più di 3.000 addetti, con un giro d’affari annuo superiore ai 250 milioni di euro; le due banche di credito cooperativo fanno oltre 1 miliardo di euro di prestiti ed hanno una raccolta diretta di risparmi per oltre 1,5 miliardi di euro.

 

“Tra le tesi che il gruppo dirigente consegna all’Assemblea provinciale, ci sono i temi delle aggregazioni d’impresa e quello del cambiamento – evidenzia il direttore Simone Brunello – saranno punti di riferimento per la nostra organizzazione che è chiamata ad alcune sfide importanti per i prossimi anni: quella della riorganizzazione interna iniziata a livello nazionale con la Conferenza Organizzativa nel 2013 e quella dell’Alleanza delle Cooperative Italiane. Vogliamo un’associazione che sappia sempre più essere vicina alle cooperative, ai bisogni dei cooperatori, accompagnando le loro necessità di crescita, con progetti che valorizzino la cooperazione nel nostro territorio in cui le cooperative operano.”

 

Confcooperative in Polesine oltre alla rappresentanza e all’attività di vigilanza riconosciuta dalla legge, svolge anche attività di assistenza con la propria società di servizi e con una start-up, PolesineLab con cui offre servizi innovativi e che in questo periodo ha lanciato CoopUp: il primo coworking della provincia di Rovigo pensato anche come un incubatore ed acceleratore d’impresa per sviluppare progetti di economia sociale: “E’ uno strumento con cui in particolare pensiamo ai giovani, a quelli che si trovano accanto ai nostri uffici che studiano all’Università pensando alle loro prospettive lavorative e a tutti quelli che intendono intraprendere una strada imprenditoriale, soprattutto valutando di realizzare il loro progetto in cooperativa.”

 

L’Assemblea del 30 gennaio ha una prima parte pubblica: comincia alle ore 9.30 con la registrazione dei presenti, alle 10 ci sarà la relazione del presidente e gli interventi delle autorità. Poi la parte privata in cui i cooperatori eleggeranno le nuove cariche sociali dell’Associazione.

Tutti coloro che sono interessati a conoscere meglio Confcooperative e i temi della cooperazione, sono invitati a partecipare.

 

ilCALENDARIO

«aprile 2018»
lunmarmergiovensabdom
2627282930311
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30123456

iTAGdelleNOTIZIE