Approvato alla Camera il DDL appalti

Approvato alla Camera il DDL appalti

Approvato alla Camera il DDL appalti

Trasparenza, semplificazione e chiarezza sono le tre parole chiave del nuovo Codice degli Appalti approvato dalla Camera dei Deputati.

Categorie: Primo Piano

Tags: federsolidarietàgueriniappalti

È stato approvato dalla Camera dei Deputati il disegno di legge per il recepimento delle direttive dell’Unione Europea sugli appalti e le concessioni che prevede la delega al Governo per riscrivere il vecchio Codice del 2006. 

I nuovi poteri attribuiti al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e all’ANAC sono una novità importante che manda in soffitta il vecchio regolamento e affida a linee guida un compito di semplificazione atteso da tempo.  

“Le direttive dell’UE sono un grande passo in avanti e la Camera ha approvato un buon testo” dichiara Giuseppe Guerini il presidente di Federsolidarietà - Confcooperative “Oggi il sistema degli appalti è attraversato da scarsa trasparenza, sovradimensionamento normativo, rigidità formali e di facciata, incertezza: il nuovo Codice degli appalti dovrà puntare sulla trasparenza, sulla semplificazione e sulla chiarezza”.  

 

“Le direttive poi prevedono  una serie di novità importanti per il settore dei servizi sociali e per l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate e la valorizzazione delle esigenze sociali e di sostenibilità ambientale con l’introduzione di criteri e modalità premiali di valutazione delle offerte da attribuire alle imprese – aggiunge Guerini - È importante che il Parlamento abbia esplicitamente previsto di vietare l’utilizzo del massimo ribasso per i servizi sociali e per tutti i servizi ad alta intensità di lavoro; ora sarà obbligatorio valutare la qualità dei progetti e degli operatori, finalmente! Inoltre, è significativa la norma che prevede modalità più agevoli di individuazione ed esclusione delle offerte anomale, ovvero quelle fatte da operatori che sfruttano i lavoratori non riconoscendo loro un’adeguata retribuzione, come le false cooperative che combattiamo senza tregua”. 

 

“È importante che il Governo traduca gli indirizzi della legge delega con disposizioni chiare, valorizzando gli istituti innovativi previsti dalle direttive sugli appalti e le concessioni. In particolare, sull’inserimento lavorativo di persone svantaggiate e disabili è importante il recepimento delle previsioni delle nuove direttive europee”. 

Altri link

ilCALENDARIO

«gennaio 2018»
lunmarmergiovensabdom
25262728293031
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930311234

iTAGdelleNOTIZIE